Come arredare il salotto con mobili di design

Come arredare il salotto con mobili di design

Il salotto di una casa riflette lo stile e il carattere del proprietario. Non sorprende, dunque, che la scelta del giusto arredamento sia critica. I mobili di design sono un elemento chiave che si sviluppa nella cornice delle pareti e arricchiscono l’ambiente come le sfumature di un dipinto danno tridimensionalità ed eleganza al soggetto.

Si tende a ricercare nel dettaglio il tavolo centrale, le sedie di design, le poltroncine da abbinare al divano e al tavolino; ma la domanda che ci si pone spesso è la seguente: come scegliere i mobili di design al meglio?

Pochi ma pratici consigli possono aiutare a trovare una risposta esaustiva all’enigma: Che si voglia rinnovare l’arredamento mettendo da parte quello vecchio, oppure che si tratti di scegliere i mobili per una nuova casa, in previsione di un imminente trasloco, può risultare utile sviluppare un progetto preliminare su carta, riportando la forma e le dimensioni della stanza, quindi le superfici che si vuole arredare; svolgere un lavoro del genere all’interno della stanza da arredare può essere ancora più utile perché rende meglio l’idea del lavoro che si dovrà sviluppare. Una volta fatto ciò, se non si è ancora certi dello stile che si vuole dare al proprio salotto, l’ideale sarebbe farsi consigliare da un esperto nel campo del design d’interni, che mostrerà tutte le possibili idee.

Arredamento design: la scelta del colore

I colori molte volte fanno da padroni nella scelta perché il giusto abbinamento può essere determinante, in termini di: bellezza estetica, di comunione tra tutti i mobili e anche per quanto riguarda la cromoterapia.

Un tavolo in vetro di dimensioni squadrate, bianco, può essere abbinato con sedie di design di un colore più caldo che tenda a rilassare lo sguardo come un beige e se lo abbinassimo a delle poltroncine tendenti al grigio, avremo costruito una porzione di sala che racchiude una scala di colori armoniosa ma senza strafare.

Il divano fa da corollario e anche qui la scelta è importante; ci si prenda il tempo che occorre per studiare tutte le forme possibili, i colori, i tessuti; che si amalgami il tutto con lo stile della stanza che è stato scelto e soprattutto con la personalità del proprietario, senza abbandonare tuttavia il comfort. divani di design con penisola possono spezzare la monotonia di una stanza ampia e ricreare un secondo ambiente; ma se le dimensioni vi spaventano non c’è da preoccuparsi poiché il progresso ha dato vita a idee innovative per risparmiare spazio senza togliere il piacere di stare comodamente seduti a guardare la televisione; come i divani di design con vano nascosto a scorrimento, che permettono di aumentare la superficie del mobile per poter distendere le gambe e restituire le dimensioni discrete per non occupare spazio quando è necessario.

Una parete avorio e un divano di design bordeaux possono dare un tocco di audacia, mentre il bianco e il color Tiffany possono esaltare lo chic e la voglia di farsi notare; il tutto ovviamente abbinato ai dettagli come i quadri, i tavolini, i fiori con cui ornare le superfici vuote, senza spezzare l’armonia e andare fuori tema.

Soluzioni pratiche possono essere proposte da esperti nel campo, che per i clienti più esigenti o che ne fanno richiesta, possono fornire progetti computerizzati che ricreano la stanza come se fosse reale, suggerendo le modifiche che si possono apporre in termini di forme dei mobili, dei colori oppure della loro disposizione; in modo da guidare il cliente verso la scelta migliore per arredare il proprio salotto senza tuffi nel vuoto. Se invece si vuole avere solo qualche idea o “spunto” è possibile consultare riviste aggiornate, siti internet, mostre e forum.